Andiamo avanti!

Prosegue la mia battaglia.

In un battito di ciglia, dal mio habitat naturale, come la Sala Operatoria, cammino in un luogo ostile, pieno d’insidie. Ogni passo, ogni movimento, potrebbe attaccare del fango alle mie impronte. Il mio reparto si chiama Covid 19.

Sono infermiera da quasi trent’anni. Mai. Mai avrei pensato di vivere una simile situazione lavorativa. Mi sembra di vivere in un limbo. Anche la nozione del tempo, sembra chiusa fuori dalle pareti. La vestizione, richiede tempo. La sequenza , va rispettata rigorosamente. Finita, si entra nelle stanze. Mantengo la mia serenità, sotto strati di tessuto protettivo. Dopo qualche minuto, i capelli si appiccicano. I miei occhiali da vista, sotto la visiera, mi sembrano pesanti come non mai. Il sudore, cerca d’inghiottire il mio sorriso.

Ci son momenti in cui mi sembra di far persino fatica a respirare. Tengo sotto controllo i miei battiti.

Calma. Inspiro ed espiro. Sento i Rivoli lungo la nuca. La fronte è impregnata.

Distolgo il pensiero. Mi rivolgo ai pazienti. Cerco d’imparare i loro nomi. Se non ricordo bene, dò un’occhiata fugace al loro braccialetto. È importante far loro sentire che non sono numeri. Sono demoralizzati, lontano dalle loro famiglie. Noi infermieri, i loro punti d’incontro. È importante che non si sentano soli. Sono gentili. Dico loro che capisco. Rilevo i parametri, somministro la terapia. Spesso siamo in due. Cambiamo la biancheria, provvediamo all’igiene personale. Controlliamo i flussi dell’ossigeno, verifichiamo i vari presidi, etc.

Quando esco dalla stanza, vorrei precipitarmi fuori a respirare. Non posso.

Dopo.

Dopo, terminato il lavoro, immetterò aria fresca come fosse il mio primo respiro.

Tra colleghi nuovi, ragazzi neolaureati provenienti da altre realtà ( hanno dato disponibilità per venire ad aiutarci), si crea un rapporto particolare. Collaborazione, aiuto, sguardi che sostengono, saluti fatti col braccio alzato. Non potrei fare un lavoro diverso!

Era segnato nei miei cromosomi. Non sono un eroe. Non voglio nemmeno che mi si dica.

Il grazie dei miei pazienti, quando avviene, è ciò che carbura i miei giorni.

E mentre mi faccio la doccia, prego Dio. Perché li assista, li faccia guarire e accompagni me ed i miei colleghi.

Mi manca la mia croce Tao, al collo. È riposta nella mia stanza. Appesa alla foto che ritrae me è la mia famiglia. Non vedo l’ora di rimetterla. Perché quel giorno, finalmente, tornerò a sbaciucchiare i miei cari ed abbracciarli.

Buona vita a tutti! Andrà bene.

Nb. State a casa e parlate. Di tutto. Il tempo è un dono. Non sprecatelo.

64 pensieri riguardo “Andiamo avanti!

  1. Grazie Dina, grazie. Ti cercavo, ti pensavo, speravo e pregavo a mio modo che ci scrivessi perché sapevo che nonostante la fatica, il dolore, la stanchezza tu avresti trovato il modo di trasmettere fiducia, forza e speranza. Perché speravo ci fossi, ancora. Grazie per quello che state facendo. Sempre. A voi di cuore!

    "Mi piace"

  2. Dina! Quando ero al reparto intensivo allo Spallanzani ho amato chi come te entrava nella mia stanza coperto come un marziano, e soffrivo nel vederli perchè capivo che dopo ore di lavoro era dura. Non sai quanto li ho amati questi uomini e donne che si disinfettavano nella prima stanza e poi si mettevano una camice sull’altro e quando uscivanoi ripetevano l’oprerazione accuratamente…mi hanno salvato. Li ho amti e li amo ancora , li penso tutti, sono nella mia mente per non dimenticare i loro volti e qualche particolare, nel mio cuore per non dimenticare quanto mi hanno amata.
    Ora ci sei tu, nel mio cuore, nella mia anima, sei tu che li rappresenti tutti.
    E ti dico grazie, non perchè sei un eroina (e lo sei), ma perchè sei un’umana che ama l’umanità.
    Questa sera alle 20.30, per 15 minuti, con un gruppo di amiche abbiamo recitato una preghiera scritta da noi, per tutti voi, i volontari e le forze dell’ordine.
    E da ieri in casa abbiamo deciso di accendere una candela in ogni stanza ricordando che siete la luce di speranza in questo momento ddifficile.
    Ti abbraccio e grazie ❤
    (abbraccio i tuoi cari perchè ne capisco il sacrificio nel non averti per loro)

    Piace a 1 persona

    1. Hai trascorso veramente un periodo particolare e immagino benissimo, ciò che tu puoi aver provato. Grazie di aver portato nella mia casa virtuale, la tua testimonianza di immensa gratitudine verso coloro che hai incontrato in ospedale.
      Grazie del bellissimo pensiero che hai avuto con le tue amiche e per la preghiera a noi dedicata. Mi piacerebbe tanto che tu me la scrivessi, così la faccio leggere alle mie colleghe.
      Grazie Paola. Grazie del tuo sostegno , un abbraccio speciale❤️

      Piace a 1 persona

        1. Ecco Dina, ti scrivo la “nostra” preghiera, ognuna di noi ha meso una frase, una parola, ma tutte abbiamo messo l’amore per la Madre celeste e per voi.
          “Vergine Maria,
          Madre di tutta l’Umanità
          con questa nostra preghiera umile,
          ma recitata con il cuore
          ti chiediamo di proteggere e sostenere,
          in questo viaggio difficile, impervio e costellato di incognite,
          tutti gli operatori sanitari.
          Ogni loro goccia di sudore sia trasformata in un balsamo per il malato,
          ogni loro sospiro in una vittoria sul male,
          ogni loro sorriso in una scala d’amore verso Te.

          Madre nostra
          non li abbandonare mai,
          nel buio della notte sono la nostra luce.
          Sostieni le loro famiglie.

          Sicure del tuo sostegno
          non smetteremo di pregare
          fino alla vittoria finale.
          Amen”

          Ti abbraccio e con te tutti voi.

          Piace a 2 people

    1. Probabilmente questa passione era scolpita fin dalla nascita nel mio DNA. Non potrei mai fare un lavoro diverso da questo. Non so se io sia brava o meno ma di una cosa sono certa, metto tutta me stessa di ciò che faccio.
      Sempre.
      Grazie Sara❤️

      Piace a 1 persona

    1. Penso che oggi come oggi, ogni operatore sanitario, si senta investito dalla mia medesima responsabilità. Perché tutti affrontiamo il nemico con coraggio,seppur le armi a disposizione scarseggiano, non indietreggiamo.
      Uniti contro questo virus, con passione e speranza.
      Grazie.
      Ricambio con grande piacere il tuo abbraccio

      Piace a 2 people

  3. Dina, sorella mia, capisco che noi da casa non possiamo nemmeno lontanamente immaginare la situazione negli ospedali ora. Mi si stringe il cuore a sapere di tanta sofferenza. Ti abbraccio qui aspettando sempre il momento in cui potrò farlo di persona, guardarti negli occhi e ringraziarti ancora una volta. Ti voglio bene ♥️

    "Mi piace"

  4. Quando sarà tutto finito dirò anch’io la mia su questa cosa, ma per il momento ti dono questa (anche se purtroppo in maniera virtuale). Come ce l’hanno i tuoi cari così devi avercela anche tu, sopratutto ora come ora.

    🤗😘❤️

    Piace a 1 persona

  5. Chissà se qualcuno riuscirà mai a rendervi tutta la riconoscenza che dobbiamo a tutti voi, combattenti in prima linea, che lavorate con orari allucinanti, che quando le vostre energie sono esaurite ne scovate fuori delle altre, che non sapete quando finirà questa guerra ma andate avanti lo stesso. Siete davvero meravigliosi, e spero che quando tutto questo sarà finito tutti i sopravvissuti si rendano conto che la propria sopravvivenza la devono a Voi.

    Piace a 1 persona

    1. Ma sai, in poche persone, come te, poi si ricorderanno di quello che in realtà tutti noi infermieri e medici abbiamo fatto.
      Ed allora le notizie di prima pagina si riempiranno ancora di fatti di mala sanità perché quella fa sempre notizia .
      Ti ringrazio perché hai descritto perfettamente come talvolta noi ci troviamo, con energie completamente affievolite ma poi la passione riesce a integrare quelle perse e a farci andare ancora avanti.
      Grazie Barbara

      Piace a 2 people

  6. la Tua cronoca sembra: “un anno sull’altipiano” di Emilio Lussu, ambientato in trincea nella I guerra mondiale…la Tua trincea, la Tua guerra che impavida combatti, col dubbio che Ti fa essere migliore, con quell’empatia che doni e che se non guarisce consola, ma non è placebo, è pratica e dedizione e sacrificio e timore che tutto sublima, sudata che forse rimproveri quella doccia che oltre a sterilizzarti, forse nell’inconscio rimproveri perché ti toglie di dosso quella condivisione ora insidiosa, spesso traccia di quell’empatia che riversi e che Ti colma e tutto tracima d’emozione, d’amore, di solidarietà, di coscienza della gravità…Tu laddove devi stare..la croce tao saprà attenderti, che non vorrebbe cingere altro collo, che racconterà ai tuoi cari, cosa in tua assenza, l’essenza che sei….andrà bene!

    Piace a 3 people

    1. Mi commuovi.
      Sempre!
      Mi cingi l’anima con delicatezza .
      Rinnovo il mio grazie, per i tuoi minuti che dedichi a leggere e poi a commentare.
      Dipingi queste pareti con soave poesia.
      GRAZIEEEEEEEE

      "Mi piace"

  7. Cara Dina comprendo bene quello che stai vivendo in prima linea. Un modo nuovo di rapportarsi al proprio lavoro. Senza sosta dando tutta te stessa. Una faccenda questa del coronavirus che lascia tutti spaesati, proprio per essere consapevoli di vivere un momento drammatico mai vissuto prima, di tali proporzioni che la paura la si legge negli occhi di chiunque. Eppure mi pare che tanti ancora sottovalutino il problema. Tanti ancora girano senza mascherina ( vabbè che non si trovano, ma in alcuni casi è superficialità purtroppo). Mi dispiace constatare questo poco rispetto nei vostri riguardi, infermieri, operatori del settore, medici, che silenziosamente fate il vostro lavoro con amore e abnegazione per aiutare chi ha contratto questo maledetto virus. Mi piacerebbe che tutti, dico tutti comprendessero che più gira il virus, più i contagi possono aumentare. Se non fermiamo la sua avanzata e finissimo tutti in ospedale, dove ci mettereste, in fila per terra se le terapie intensive scoppiano e non ci sono più posti letto? Speriamo che i furbi, che gli sciocchi restino a casa. Da parte mia posso solo ringraziarti per come operi, e con te tutti coloro che sono in prima linea per aiutare chi è malato. Un bacione cara Dina. Isabella

    Piace a 1 persona

    1. Ti ringrazio tantissimo Isabella per ciò che hai scritto e perché tu capisci la gravità della situazione. Purtroppo ancora oggi mi capita di vedere persone senza mascherina. Ma purtroppo spesso il buon senso viene messo nella spazzatura .
      Purtroppo c’è da sottolineare una cosa importante: se i pazienti non hanno bisogno di cure particolari, tipo ossigeno terapia o altro, li puoi mettere anche in corridoio ma sappiamo bene che quasi tutti i pazienti affetti da coronavirus necessitano di costante ossigenoterapia quindi ci sono letti dedicati con impianto se le terapie intensive invece collassano, purtroppo, si stacca il paziente più vecchio per garantire la vita agli altri.
      Grazie a te, invece, per aver speso del tempo prezioso per commentare e lasciare un bellissimo messaggio, un abbraccio forte buona serata ❤️

      "Mi piace"

  8. Sono una Americana in Pordenone.. Una docente della materna qui in zona a casa aspettando il ritorno del mio marito in recovero al CRO.
    Solo adesso sto capendo la vera gravita’ della CVid grazie a te e la canale televisiva La 7 filmato da Bergamo.
    Stento di trovare parole di gratitudine per il lavoro svolto di te e tuoi colleghe… Prego per voi (non sono cattolica ma va bene anche metodista, non?) in ogni momento delle giornate e notti lunghi. Courage to you my brave nurse.

    Piace a 1 persona

    1. Qualunque preghiera è soffio di gratitudine dalla mia anima.
      Mi auguro che tuo marito faccia presto ritorno a casa💪🏻.
      Ti ringrazio tanto per la tua testimonianza ed il tuo sostegno un abbraccio forte forte

      "Mi piace"

Grazie per il tuo prezioso tempo!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...