I no, che salvano

Finalmente, si è reso obbligatorio il dispositivo, da applicare al seggiolino dei bimbi, in auto, che avverte nel caso ci si dimentichi di averli a bordo. I miei ragazzi, a catechismo, tra le varie cose, mi chiedevano come possa un genitore, scordarsi del proprio figlio. Una cosa, contro ogni senso logico. Ho detto loro che … Continua a leggere I no, che salvano

Annunci

Esser catechista

Stamattina, seppur reperibile( ho il cellulare sempre in tasca), sono andata a Messa. Il Don, dopo l’omelia, ha letto " il mandato dei catechisti". Chiamandoci per nome. Ne sono molto felice e fiera. Mi sento onorata di esser catechista. Emozionata. Mi piace stare coi ragazzi. Purtroppo, ogni anno, sempre meno persone si offrono per questo … Continua a leggere Esser catechista

La felicità altrui

Ho sempre pensato che chi lavora in Sala Operatoria, se dedito al suo lavoro, svolgendolo con passione, e prodigandosi per gli altri, fosse immune da gravi malattie. Una sorta di super eroe, insomma. Certo. Lo so che è impossibile. Ma mi son sempre lasciata accarezzare da questa idea. Noi tentiamo, con tutte le nostre forze, … Continua a leggere La felicità altrui

Tutto può accadere…

Quando iniziai a lavorare in Sala Operatoria, come strumentista, una delle cose che più mi mancò, fu il rapporto con i pazienti. Il ruolo strettamente tecnico, escludeva l'approccio diretto con le persone che salivano sul letto operatorio. Io, girata, verso i miei carrelli preparavo i ferri. Decine e decine di pezzi. Concentrata sul conteggio esatto. … Continua a leggere Tutto può accadere…

Una persona con l’anima profumata

Sto mettendo i peluche in lavatrice. Aggiungo anche dell’ ammorbidente, così saranno morbidi e ben profumati. Poi li porterò in Sala Operatoria. Da quando alcune persone del mio paese, hanno saputo del loro impiego, me li regalano. Ah...la divina provvidenza! C’è un contenitore, nel nostro spogliatoio, dove li ripongo, per poi utilizzarli quando operiamo i … Continua a leggere Una persona con l’anima profumata

Nascondino

Ho Milano tatuato sul mio cuore. È un disegno bellissimo. È piccolo, ma il ricordo felice, lo allarga a dismisura. Vi ho trascorso il tempo migliore della mia vita. Ero una piantina che si lasciava accarezzare dalla luce della curiosità , si nutriva delle persone che le passavano accanto. Le radici crescevano tra libri e … Continua a leggere Nascondino

Normalità? No, grazie.

Mi son rimaste impresse le parole che mi disse, qualche giorno fa, il mio Don. Doveva celebrare un funerale e non sapendo come prepararsi, chiese ai famigliari qualche notizia, qualche particolarità della defunta. Gli risposero" Era una persona normale. Buona. Tutti l'amavano. Ma..non sapremmo che altro dire...". Ho riflettuto . Non vorrei esser definita normale. … Continua a leggere Normalità? No, grazie.

Amicizia

Vi lascio un video ( spero si veda. È la prima volta che ci provo) sull'amicizia, sulla saggezza, sulle differenze. È stato realizzato da quattro ragazzi. Mi ha fatto sorridere. Mi ha fatto emozionare. Ma soprattutto invita alla riflessione. Allo scambio importante che ci può essere tra bambino e vecchio. L’uno può imparare molto  dall’altro. … Continua a leggere Amicizia

Insegnare il perdono…

Quando mio papà aveva otto anni, sua mamma morì. Era depressa e stanca. Si suicidò. Ultimo di cinque fratelli, trascorse poi la sua adolescenza, solo, col padre. I fratelli, molto più grandi, un poco alla volta se ne andarono perché si sposarono. In casa mai si parlava “ del fatto”. A quei tempi, una cosa … Continua a leggere Insegnare il perdono…

Dio esiste

Non esiste il caso. Non esiste la coincidenza. Non esiste la fortuna. No. Esiste Dio. La croce che porto al collo, semplice, di legno, mi ricorda che Lui, da quando l’ho incontrato, mi ha fatto una grazia straordinaria. Sentire sulla pelle, la bellezza dei giorni. Mi ha dato la forza di girare il foglio sporco … Continua a leggere Dio esiste