Vivere

È morta la mamma della mia amica.

Le radici, così forti, così impermeate di amore, così brillanti, si son recise.

L’abbraccio.

Sento il suo vuoto. Sento il suo cuore. Sento le sue lacrime.

Scorrono anche sulle mia pelle. Nei strati più interni, dove raffreddano il battito e lo inducono a rallentare.

Ho l’anima che però non sente il sapore amaro della morte.

No.

Le nostre mani che s’intrecciano mentre la mamma Pierina è lì, adagiata nella sua ultima abitazione, si sostengono e sussurrano di speranza.

Le sistema ancora i capelli bianchi. Le mette un foulard e la trucca leggermente. Mi dice” Sai, lei era permalosa”.

Anche il figlio la sistema un poco.

Quanta dignità in quei gesti.

Ed ancora.

E ancora.

Sento amore. Ne avverto la forza. Quello che urla che nulla finisce.

Perché esso sopravviverà e alimenterà il ricordo.

Ogni stagione ha un ciclo. È inevitabile.

Difficile da accettare. La morte fa sempre un po’ paura.

Maila mi ha insegnato che credere in Dio e nell’amore, è l’unico modo per continuare a vivere.

20 pensieri riguardo “Vivere

  1. Carissima Dina, oggi è la Festa del Malato. Grazie per la cura che hai per ogni persona malata, nel corpo e nello spirito. Grazie per L’amore e la serenità che sai donare Loro. Hai scelto una vita difficile ma so quanto vale e quanto bene fa al cuore vedere il sorriso e la gratitudine negli occhi di chi soffre e riceve un po’ di attenzione. Questo abbraccio è un balsamo, un profumo che giunge a Dio. Coraggio, buon Lavoro e grazie dal profondo del cuore. Che la Madonna di Lourdes Ti guidi, Ti protegga, rinsaldi il Tuo cuore. Grazie!

    Piace a 1 persona

    1. Mi emozioni. Le tue parole filtrano luce buona che s’inserisce nel mio cuore dove le ammaccature dei miei pz morti, mai se ne andranno.
      Grazie per la benedizione.
      Grazie per le preghiere.
      Sei nutrimento .
      Mi siedo ad assorbire la tua gentilezza.
      Carezza preziosa.
      Ti abbraccio.
      Dio si prenda cura di te.

      Piace a 1 persona

      1. Dina cara…i Tuoi pazienti morti, non sono morti. Ora Ti sorridono e Ti abbracciano con l’energia eterna della gratitudine per l’amore e la sicurezza che hai donato loro quando ne avevano estremo bisogno. Nulla va perduto Dina. Tutto è raccolto e lo ritroveremo. Grazie a Te dolce Strumento dell’Amore di Dio.
        Buona domenica, cara.

        "Mi piace"

  2. quando si perde una persona cara a cui si è legati da un cordone invisibile ma non rescindibile il dolore non ha tempo e tu con molta sensibilità lo hai raccontato.
    Leggendoti ho ricordato gli ultimi giorni di mia madre. Non c’è stato mai troppo feeling tra noi ma in quel momento ho capito che si è reciso qualcosa.

    Piace a 1 persona

    1. Il dolore è potente. Toglie il fiato. Riuscire a guardarlo e farselo amico, è un lavoro continuo e coraggioso.
      Mi spiace per la tua mamma. Talvolta viene proprio a mancare il tempo. Nutrilo, se vuoi, con la preghiera.
      Essa dona ,piano piano, serenità ed ammortizza i sensi di colpa.

      Piace a 1 persona

Grazie per il tuo prezioso tempo!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...