Segni

Dietro la maschera, i segni, che restano indelebili sul cuore, dei giorni che avanzano a rilento. Nubi di stanchezza. Aloni di melodie che trascinano i passi. La pelle delle mani, che si sgretola, come sogni alla deriva. Sudore e tristezza che invadono divise, che nemmeno i lavaggi ad alte temperature, riescono a togliere. Sono fenicottero, … Continua a leggere Segni

Come zattera in balia della tempesta

Sostenere i giorni, diventa sempre più difficile. Per la prima volta, restare a galla, mi sfinisce. Il vento è molto forte. La mia imbarcazione è rotta ed i pezzi di legno, si stanno staccando. Li vedo prendere il largo fino a disperdersi nel blu profondo che li inghiotte. Ho finito la vernice protettiva. La pioggia … Continua a leggere Come zattera in balia della tempesta

Terraferma

Abbiamo smantellato il mio reparto Covid. Ora, trasportare nuovamente i letti di degenza, scatena una serenità tale, che io ed i miei colleghi, non ci crediamo quasi. Riprendiamo l’attività di Sala Operatoria! Resta aperto ancora un reparto Covid. I pazienti non sono in pericolo di vita. Alcuni nemmeno necessitano di ossigeno, grazie al Cielo! Il … Continua a leggere Terraferma

Piano, piano

Stiamo iniziando a respirare. Piano, piano. Un sospiro, un altro ancora. La nebbia sta lasciando spazio al vento. Che torna ad accarezzare il mio cuore. Una brezza molto leggera, vero, ma la sento così intensa, così meravigliosa, così desiderata. Come onde di pioggia, ritrovate dopo un periodo di lunga, pericolosa, inattesa, siccità. Mi sento rinata. … Continua a leggere Piano, piano

Difficoltà che uniscono

Tante volte, quando arrivano tempeste violente ed inaspettate, ci sono due vie di fuga: fuggire da soli, velocemente, o restare, uniti, provando a combattere. Il coronavirus, mi ha preso alle spalle. In silenzio. Come solo i nemici astuti e preparati al combattimento, sanno fare. Il dieci marzo, la nostra caposala, ci riferisce che dobbiamo allestire … Continua a leggere Difficoltà che uniscono

Fragilità

La mia corazza inizia ad avere ammaccature profonde. Sì. Proprio davanti al torace. Sono fragile. Ogni giorno mi sento sempre più vulnerabile. Il tempo mi fa affezionare ai miei pazienti. È inevitabile. Ma lavorare accanto a chi soffre, a chi fatìca a prender fiato, a chi è demoralizzato per non aver accanto i propri famigliari, … Continua a leggere Fragilità

Combattere!

Sono già state dette milioni di parole sul Coronavirus. La gente è confusa. Ha paura. Virologhi esperti da una parte e persone, dall’altra, che danno notizie senza averne la qualifica. Noi operatori sanitari, invece, nel frattempo, saltiamo ferie, riposi , andiamo in altri reparti per far fronte alla varie necessità. Stiamo combattendo in trincea. Sudando … Continua a leggere Combattere!

Abbassare la testa

Che nessuno debba abbassare la testa. Perché umiliato. Perché deriso. Perché picchiato. Perché cerchi, tra le acque gelide del mare, un proprio famigliare. Perché non ha la forza di scrutare il Cielo. Auguro invece che si chini il capo per leggere. Per raccontare, la sera, una favola e portare tra le pareti della stanza, nuove … Continua a leggere Abbassare la testa

A spasso con Dio

Passeggiare con Lui è proprio bello! Lo consiglio vivamente. La Sua compagnia è un dono. Rammenda i buchi dei giorni rotti dalla fatica. Aggiunge una vela per muoversi, mentre siamo fermi, intrappolati dalle nostre preoccupazioni. Olia gli ingranaggi arrugginiti del cuore. Mette fra le nostre mani, carezze da donare. Appoggia sulla nostra bocca, parole di … Continua a leggere A spasso con Dio

I CARE

Ho imparato, col tempo, a prendermi cura di me stessa. Lavoro non facile. Spesso le maniche arrotolate, sono scese. Perché umide di lacrime. Perché secche ed aride di stanchezza. Per mancanza di stoffa, strappata in più punti... I CARE. Finalmente! Nemmeno m'importa di arrotolare il tessuto. Lascio che il vento lo faccia dolcemente volteggiare, assumendo … Continua a leggere I CARE