Aspettare il Natale

Il mio Natale, profuma di Milano. Di una maestra delle elementari, Liliana, sempre col rossetto, che quando parlava, aveva un sorriso che incantava. Che accarezzava i capelli, quando passava tra i banchi. Che lodava la bella scrittura e spiegava più volte i problemi a chi non li capiva, senza stizzirsi. Entrava. Ci si alzava in … Continua a leggere Aspettare il Natale

Annunci

Blogger Recognition Award

Le Regole. 1 Ringraziare il blogger che ti ha nominato e inserire il link del suo Blog. 2 Scrivere un post per mostrare il proprio riconoscimento. 3 Raccontare la nascita del proprio Blog. 4 Dare consigli ai nuovi blogger. 5 Nominare altri 15 blogger ai quali vuoi passare il segno di riconoscimento. 6 Commentare sul … Continua a leggere Blogger Recognition Award

Imparare

Ogni giorno, imparo nozioni di vita. Nel passato, spesso, mi chiedevo " Ma perché proprio a me?", oppure " Non ce la farò mai". Mi dicono che sono fortunata a svolgere un lavoro che mi piace. È vero. Lo ripeto ai miei figli. Che s'appassionano quando racconto loro, le mie vicissitudini. Ma solo poche persone, … Continua a leggere Imparare

Cammino…

Il cuore sempre avanti i miei passi. Vuol respirare, prima dei miei polmoni. Vuol guardare, prima del mio sguardo. Vuol toccare, prima delle mie mani. Lui, è affascinato dal rumore del battito, degli altri cuori. Allora, se ne sta in silenzio... Si apre e si chiude, con tale delicatezza, che persino i globuli rossi, danzano, … Continua a leggere Cammino…

Questione di punteggiatura…

La vita è una punteggiatura, a fasi alterne. Ci son giorni in cui sono virgola. Leggera. Mi lascio flettere dal rumore di farfalle. Mi curvo a raccogliere il silenzio delle foglie che roteano intorno alla mia anima. Poi, son punto e virgola. Leggere pause, in cui mi devo soffermare perché l’apnea della stanchezza, non mi … Continua a leggere Questione di punteggiatura…

Poche parole, affetto immenso!

Questo è il messaggio di mio papà, ricoverato in Riabilitazione, dopo un intervento di protesi d’anca. Ha settantasei anni. Un paio di anni fa, gli ho regalato il cellulare, per imparare ad usare whatsapp. Non ci avrei mai creduto. Ma è diventato bravissimo! Certo. Capita che ci facciamo grandi risate, quando mi dice che non … Continua a leggere Poche parole, affetto immenso!

Pensieri semi- notturni

Ed allora, stanca della giornata, appoggio la testa sul cuscino, e prima che il sonno mi culli, non posso fare a meno di sorridere. Felice! Seppur il lavoro sia stato pressante. Un paziente dietro l’altro. Una signora mi ha ripetuto decine di volte che non voleva la cicatrice troppo lunga. Un altro ( di ottant’anni), … Continua a leggere Pensieri semi- notturni

Essere giardiniere…

Ore 11. Oggi, sono strumentista sulla Sala di ortopedia. Specialità che adoro. È lì, tantissimi anni fa, che ho iniziato. Sono cresciuta tecnicamente e professionalmente, tra i mezzi di sintesi. Le protesi. Le artroscopie. I legamenti crociati, di giovani sportivi.  Le sudate per ridurre in modo perfetto le fratture, muovendomi con disinvoltura tra viti, placche … Continua a leggere Essere giardiniere…

Stringere il dolore…

Ele, non ce l’ha fatta. Ora abita in paradiso. È lassù che riesce a far sorridere anche gli angeli. Lei... Lei, sempre felice. Sempre allegra. Pronta a sbaciucchiarsi i suoi due cuccioli. Lei, sempre a chiedermi come stavano i miei figli, quando passavo dal supermercato dove lavorava. Lei, sempre disponibile con i clienti, come se … Continua a leggere Stringere il dolore…

Insegnare a volare…

Tutte le mamme, provano ad insegnare a volare, ai propri cuccioli. Dapprima, intingono le morbide piume, dei nascituri, con polvere di vento. Ogni giorno, anche quando le mani sono screpolate dal freddo, le massaggiano con cura. Per resistere alle tempeste più forti. Poi, quando il sole sta per tramontare, raccolgono qualche raggio tiepido, e lo … Continua a leggere Insegnare a volare…