Libri: distillati di felicità 


Il profumo dei primi libri, l’ho assaporato grazie a mia mamma. Seppur con sacrifici, appena poteva, mi regalava un libricino.

La mia timidezza, si rompeva e, tra le schegge , la mia anima fluttuava via leggera…

Tra le pagine mi lasciavo invadere dal coraggio, e viaggiavo.

Eccome se viaggiavo…

In tutti posti dell’universo. Mettevo i piedi tra le stelle. Con il piccolo principe al mio fianco che m’insegnava a guardare col cuore, perché l’essenziale, mi sussurrava, è invisibile agli occhi.

Cercavo di difendere Moby Dick, dagli attacchi del capitano Achab. Noncurante dei monsoni e degli alisei, nuotando tra le acque dell’oceano Pacifico, tenendomi vicina a quella balena bianca, coraggiosa e misteriosa.

Facevo il tifo per Jo, in ” Piccole donne”. Lei estrosa ed impulsiva. Riottosa agli ordini. Mi opponevo con lei, alla violenza delle costrizioni sociali, che la soffocavano. Stesa in soffitta, attendevo con lei, il ritorno del papà.

Poi, fumetti di Topolino e Paperino. Fan acerrima di Archimede. Amica di Pippo, portavo a passeggio il simpaticissimo Pluto.

Abbuffate di fumetti. Non ne ero mai sazia.

Poi, nel periodo, adolescenziale, gli Harmony.

Sì, lo confesso. Ne ho letti talmente tanti, che poi ho avuto una specie di allergia. Quasi uno shock anafilattico.

Un’amica di mia mamma, dopo averli letti, me li regalava volentieri. Ed io attendevo con impazienza che lei li finisse rapidamente. Cosa che succedeva di rado. Aspettavo il momento in cui avrei intrapreso un’altra avventura e un nuovo ragazzo mi avrebbe corteggiata ed amata.

Non ho mai posseduto un’enciclopedia. I miei, non potevano permettersela.
Ma quanto la desideravo…

Allora, quando andavo a trovare mio cugino, che odiava leggere, mi tuffavo tra i suoi libri. Mia zia, che sperava in cuor suo, che studiasse medico, gli comprava tantissime enciclopedie.

Io sfogliavo le pagine e mi immergevo, quasi in apnea, tanto mi estraniavo da tutto ciò che mi circondava. E tra i vari libri, mi sono appassionata a quelli di medicina. Anatomia e fisiologia, erano come cioccolatini, cui saziarmi con ingordigia , fino quasi a leccarmi le dita. Smaniosa di sapere. Di curiosare, tra la bellezza interna del nostro corpo e la capacità di poter riuscire a capire come funzionassero tutti quegli ingranaggi perfetti ed affascinanti.

Passione che mi ha afferrata e mi ha accompagnata a fare il mio lavoro.

E tutti i giorni, non faccio che ringraziare Dio, per svolgere un lavoro che mi appassiona tantissimo.

Lavoravo nel reparto di ortopedia, allora. Avevo quasi ventiquattro anni. Esce il concorso per strumentista e decido di provare.

Al colloquio, il primario, oltre alle domande di routine, mi chiede la motivazione, di tale scelta.

Avevo i battiti cardiaci che mi rimbombavano nel cervello. Ero molto agitata.

Rispondo, rossa come un pomodoro :” È sempre stato il mio sogno. Poter strumentare, seguire da vicino le varie fasi degli interventi, collaborare ed aiutare le persone ad avere una qualità di vita migliore. Ho entusiasmo da vendere. Voglia di imparare. Ce la metterò tutta.”

Mi ha ascoltata. Ha sorriso. ” Le faremo sapere”.

Dopo un paio di settimane, in reparto, mi viene consegnata una busta, con scritto il mio nome.

Sono andata in bagno. Le gambe vacillavano. Mi sono seduta. Le dita non riuscivano quasi ad aprirla. ” Informiamo la sig.Dina …….., che ha superato l’esame. Dal giorno due novembre, prenderà servizio presso la Sala Operatoria”.

Quanta gioia! Non vedevo l’ora di tornare a casa per poterlo dire ai miei genitori. Sprizzavo talmente tanta felicità che i miei colleghi hanno capito subito e mi hanno abbracciata.

La serenità e l’entusiasmo derivate dal mio lavoro, sono compagne sempre fedeli, del mio cammino. Non nascondo che ci sono giorni imbastiti di stanchezza. Emotiva e fisica. Ma posseggo una forza propulsiva che mi spinge con energia ed attutisce il frastuono dei momenti meno positivi.

Ogni  pianto di bimbo che nasce.

Ogni persona che mi sorride e mi prende la mano .

Ogni papà che piange perché la figlia si è salvata da una emorragia, dopo un incidente stradale.

Ogni volta che mi sento dire Grazie.

Io raccolgo fiori speciali. Invisibili agli occhi di chiunque, ma dal profumo balsamico, per la mia anima.

Annunci

96 pensieri riguardo “Libri: distillati di felicità 

  1. Nei libri il segno del tuo futuro! Che bello! Lo sai che anche io desideravo tanto avere l’Enciclopedia? Alla fine mio babbo se ne procurò una dallo sgombero di una casa in vendita, vecchiotta e nemmeno tanto bella ma per me era oro! Ci ho passato pomeriggi ed estati immersa, seduta sul pavimento della sala a sfogliare lettere a caso… Che si perdono i ragazzini oggi!!!

    Liked by 1 persona

    1. Ma dai!
      Come ti capisco…
      Sì, i ragazzi di oggi, non sanno cosa si sono persi. Oggi, anche fare un lavoro di ricerca, è tutto un copia/incolla. Noi, sfogliavamo pagine su pagine, riassumendo e lavorando come certosini.
      Molto bello il tuo commento.
      Grazie davvero😘

      Liked by 1 persona

  2. WOW… che dire. È una sensazione unica poter aiutare qualcuno in questo modo, nella maniera che fai tu. Nel mio piccolo quando ho fatto la volontaria nella Croce Bianca della mia città, provavo una grande gioia nell’aiutare le persone e lo stesso quando ho fatto assistenza ai malati terminali. Sono emozioni che ti restano dentro, incredibili, anche indescrivibili ma che accrescono non solo il cuore ma l’anima perché si dona, ma si riceve molto di più.

    Un abbraccio dolcissimo ♥

    Liked by 1 persona

    1. Si, è una sensazione che riscalda.
      Il tepore arriva dritto al cuore. Lo assorbe e si riempie di serenità.
      Sapevo che eri una persona altruista. Non poteva essere altrimenti!
      Ricambio con affetto l’abbraccio, cara Dora.
      😘

      Liked by 1 persona

  3. Peccato…non poterti abbracciare forte forte.
    Peccato…ci vorrebbero di più come te.
    È bello pensare che sei …al posto giusto è al momento giusto,in questa sanità che fa acqua da tutte le parti.
    Grazie per ogni gioia che regali a chi si trova nel dolore. ..grazie Dina.
    Ti abbraccio forte

    Mi piace

  4. Ho iniziato a leggere in età prescolare e non ho ancora smesso. I libri come amici, le biblioteche quando non potevo permettermi di comperarli. Poi i libri sulle bancarelle dell’usato, scelti con cura. L’odore della carta, l’immersione totale nelle pagine del libro e volare via in avventure, in viaggi lontani, vivere tutte le vite dei protagonisti.

    A te dico grazie per la dedizione alla tua professione, che non è facile, grazie perché, alla fine di questo giorno poco felice, mi hai fatto tornare nel cuore la speranza.
    Ti auguro una notte serena.

    Liked by 2 people

    1. Quindi abbiamo viaggiato parecchio, a poco prezzo.
      Siamo state fortunate. Molto!
      Riuscire a spruzzare un po’ di speranza, mi rende davvero felice.
      Te ne invio una bomboletta. Ci sono dentro ritagli di anime speciali , di persone, che hanno fatto altrettanto per me.
      Te la dono con tutto il mio cuore.
      Un abbraccio, sperando che tu stia un po’ meglio.
      😘

      Liked by 2 people

  5. Bellissimo:
    -Io raccolgo fiori speciali. Invisibili agli occhi di chiunque, ma dal profumo balsamico, per la mia anima.- Non potevi esprimerlo in maniera più elegante di così. Perfetto, complimenti 👏

    Liked by 3 people

  6. A parte gli Harmony, le mie letture dell’infanzia sono uguali alle tue, io poi ho preso la via dei gialli, polizieschi in genere, e mi ci sono appassionata tanto da non contare il numero di quanti ne ho letti. Quanto alla narrativa, autori classici o meno, credo di essermi mangiata un’intera Biblioteca. Insomma, leggere è sempre stata una mia grande passione. Nemmeno noi avevamo molti soldi, per fortuna esistevano le biblioteche! Poi ho cominciato a potermeli comprare i libri e adesso non so più dove metterli perché ne ho una grande libreria stracolma e ogni angolo della casa … anche scatoloni per la verità. Il profumo dei libri è ineguagliabile e non riesco a gettarne via uno, mi sembra un sacrilegio. Leggere è cibo che nutre la mente e il cuore, che apre le porte alla comprensione umana. Non avevo dubbi che alla base della tua grande sensibilità e umanità, oltre al carattere, ci fosse anche la lettura. Ti sto conoscendo adesso, ma sei davvero una bella persona. Passa una notte serena, cara, ti abbraccio, non troppo forte perché rischio di lasciarci una mano 😀 , ma con affetto! ❤ ❤ ❤

    Liked by 3 people

    1. Sai che anch’io leggo praticamente solo gialli e legal- thriller?
      Se scorre un po’ di sangue, mi sento a casa🤣.
      Poi così, quando mi chiamano di notte per un’urgenza, me la faccio sotto( ma non dirlo a nessuno😉).
      Il tuo commento, è un fine ricamo ed impreziosisce la mia casetta. Donandole mattoncini dorati, di nuove e stupende emozioni.
      Mi prendo l’abbraccio, sostenendo con dolcezza, la tua mano.
      ♥️♥️♥️

      Liked by 2 people

      1. E’ una coincidenza straordinaria che le nostre letture siano simili, non dirlo a nessuno, ma anch’io a volte me la faccio sotto, specialmente perché ho l’abitudine di girare per casa al buio, al massimo, però, finora ho solo preso qualche botta, ma ancora non mi sono convinta ad accendere la luce e ogni volta mi immagino di avere qualcuno alle spalle che mi spia …. Sono contenta di essere entrata nella tua casetta e che tu mi abbia accolto con questa delicata dolcezza. Può darsi che io sparisca, a volte, quando sono in difficoltà, ma poi torno, sono sempre riuscita a tornare nel blog finora, quindi non mancherò di venire a bussare alla tua porta. E’ ancora notte piena, ma ho dormito dal pomeriggio, tantissimo, faccio un po’ la nottambula adesso. La mia mano è ancora qui, vi ho deposto un bacio e ho soffiato perché voli da te. E’ in arrivo, buona notte! ❤ ❤ ❤

        Liked by 1 persona

        1. Nulla avviene per caso…
          Non preoccuparti, se per un motivo in l’altro sarai assente.
          Quando arriverai, la porta sarà aperta. Non avrai nemmeno bisogno di bussare. Ti riconoscerò dai tuoi passi delicati. Preparerò te e crostata di marmellata fatta da me.
          Faremo due chiacchiere. Altrimenti ci godremo la nostra compagnia, in silenzio.
          Grazie del bacio. 😘

          Liked by 1 persona

          1. Ma grazieeee! Per la marmellata ci sto già morendo sopra ma … purtroppo sono anche diabetica … zucchero no! Chiacchiere … tante!, i miei amici a volte mi chiedono se posso stare zitta 5 minuti così che si possano riposare le orecchie … Pensare che fino a tutto il liceo ero timidissima e non parlavo mai! Dall’università in poi ho recuperato alla grande, però! Come avrai notato, anche nello scrivere sono prolissa, devo cercare di contenermi, altrimenti non la smetto più. Vado a stendermi adesso, cerco di riposare un po’, sono particolarmente stanca oggi, il tempo da noi è in cambiamento e il dolore non mi dà tregua. E, quindi, mi fermo, non senza averti inviato un abbraccio, che mi fa bene anche quando lo mando io. Ciao, buon pomeriggio. ❤ ❤ ❤

            Mi piace

  7. Tu l’hai detto poco fa , a qualcuno , ma sei tu speciale, Dina!
    Sei più di un medico , perché lui cura la malattia , ma tu curi il malato…!
    Non mi vanno le smancerie , è’ proprio che sei unica!
    (Ciao, e beccati questa…)

    Liked by 1 persona

  8. Sono io che ammiro te cara Dina, perché in quello che fai ci metti tutta te stessa con coraggio, dedizione e sopratutto passione. Tutto ciò che posso fare è leggere e mandarti da lontano un abbraccio di cuore…

    Liked by 1 persona

          1. Grazie di esserci sempre e di avermi permesso di avere un posticino qui nel tuo posto e anche nel tuo cuore 🙂

            Mi piace

Grazie per il tuo prezioso tempo!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...