Qualcuno ha creduto in noi

Nella vita di ognuno, c’è stata una persona, che ha creduto in noi. Solitamente essa, ci ha indotto a vedere ciò che ancora non avevamo messo ben a fuoco. Talvolta può esser stato un parente, un amico, spesso un insegnante. Nel mio caso, un medico chirurgo, che dopo un colloquio, mi ha permesso di diventare … Continua a leggere Qualcuno ha creduto in noi

A casa

Son tornata a casa. Finalmente, sono rientrata in sala operatoria. Sono felice, come non mai! Riprendo in mano il respiro. Dopo mesi di apnea, ad una profondità spaventosa, sono riemersa. Riprendo tra le mani bisturi, forbici, viti, divaricatori. Asciugo sangue, sposto con delicatezza organi e l’affascinante panorama, che mi si presenta, mi stupisce ancora e … Continua a leggere A casa

Cuore in frantumi

Sono stanca. Non è più solo una battaglia, è un massacro. Famiglie spezzate, come vetri rotti, che cadendo a terra rimbalzano dovunque, lacerando le mie carni. Ho il mento che dopo aver tolto la maschera e la visiera sta sviluppando una sorta di allergia. Talora il prurito è insopportabile. A contatto con le gocce di … Continua a leggere Cuore in frantumi

Segni

Dietro la maschera, i segni, che restano indelebili sul cuore, dei giorni che avanzano a rilento. Nubi di stanchezza. Aloni di melodie che trascinano i passi. La pelle delle mani, che si sgretola, come sogni alla deriva. Sudore e tristezza che invadono divise, che nemmeno i lavaggi ad alte temperature, riescono a togliere. Sono fenicottero, … Continua a leggere Segni

Come zattera in balia della tempesta

Sostenere i giorni, diventa sempre più difficile. Per la prima volta, restare a galla, mi sfinisce. Il vento è molto forte. La mia imbarcazione è rotta ed i pezzi di legno, si stanno staccando. Li vedo prendere il largo fino a disperdersi nel blu profondo che li inghiotte. Ho finito la vernice protettiva. La pioggia … Continua a leggere Come zattera in balia della tempesta

Piano, piano

Stiamo iniziando a respirare. Piano, piano. Un sospiro, un altro ancora. La nebbia sta lasciando spazio al vento. Che torna ad accarezzare il mio cuore. Una brezza molto leggera, vero, ma la sento così intensa, così meravigliosa, così desiderata. Come onde di pioggia, ritrovate dopo un periodo di lunga, pericolosa, inattesa, siccità. Mi sento rinata. … Continua a leggere Piano, piano

Difficoltà che uniscono

Tante volte, quando arrivano tempeste violente ed inaspettate, ci sono due vie di fuga: fuggire da soli, velocemente, o restare, uniti, provando a combattere. Il coronavirus, mi ha preso alle spalle. In silenzio. Come solo i nemici astuti e preparati al combattimento, sanno fare. Il dieci marzo, la nostra caposala, ci riferisce che dobbiamo allestire … Continua a leggere Difficoltà che uniscono

Fragilità

La mia corazza inizia ad avere ammaccature profonde. Sì. Proprio davanti al torace. Sono fragile. Ogni giorno mi sento sempre più vulnerabile. Il tempo mi fa affezionare ai miei pazienti. È inevitabile. Ma lavorare accanto a chi soffre, a chi fatìca a prender fiato, a chi è demoralizzato per non aver accanto i propri famigliari, … Continua a leggere Fragilità

Non ho paura

Riesco a guardare il “nemico” senza indietreggiare. Ho la possibilità di combatterlo. Non ho molte munizioni. Ne sono consapevole. Ma la mia armatura, tiene ancora bene. Ho le mani completamente disidratate. Le occhiaie. I capelli sono sfibrati per il sudore e i continui shampoo. La schiena è dolorante. Ed allora? Se sono lì, in guerra, … Continua a leggere Non ho paura

Abbassare la testa

Che nessuno debba abbassare la testa. Perché umiliato. Perché deriso. Perché picchiato. Perché cerchi, tra le acque gelide del mare, un proprio famigliare. Perché non ha la forza di scrutare il Cielo. Auguro invece che si chini il capo per leggere. Per raccontare, la sera, una favola e portare tra le pareti della stanza, nuove … Continua a leggere Abbassare la testa