Qualcuno ha creduto in noi

Nella vita di ognuno, c’è stata una persona, che ha creduto in noi. Solitamente essa, ci ha indotto a vedere ciò che ancora non avevamo messo ben a fuoco. Talvolta può esser stato un parente, un amico, spesso un insegnante. Nel mio caso, un medico chirurgo, che dopo un colloquio, mi ha permesso di diventare … Continua a leggere Qualcuno ha creduto in noi

A casa

Son tornata a casa. Finalmente, sono rientrata in sala operatoria. Sono felice, come non mai! Riprendo in mano il respiro. Dopo mesi di apnea, ad una profondità spaventosa, sono riemersa. Riprendo tra le mani bisturi, forbici, viti, divaricatori. Asciugo sangue, sposto con delicatezza organi e l’affascinante panorama, che mi si presenta, mi stupisce ancora e … Continua a leggere A casa

Cuore in frantumi

Sono stanca. Non è più solo una battaglia, è un massacro. Famiglie spezzate, come vetri rotti, che cadendo a terra rimbalzano dovunque, lacerando le mie carni. Ho il mento che dopo aver tolto la maschera e la visiera sta sviluppando una sorta di allergia. Talora il prurito è insopportabile. A contatto con le gocce di … Continua a leggere Cuore in frantumi

Si va avanti!

Ho fatto la vaccinazione. Ho avvertito solo un leggero dolore al braccio per un paio di giorni. Tra poco, la seconda dose. Credo nella scienza. Ha fatto grandi cose. Oggi, rappresenta uno spiraglio di speranza. L’unico! Per tutti. Gli ultimi giorni, come un tritacarne, hanno ridotto in granelli , l’anima. Un mio caro paziente, Zenone, … Continua a leggere Si va avanti!

Segni

Dietro la maschera, i segni, che restano indelebili sul cuore, dei giorni che avanzano a rilento. Nubi di stanchezza. Aloni di melodie che trascinano i passi. La pelle delle mani, che si sgretola, come sogni alla deriva. Sudore e tristezza che invadono divise, che nemmeno i lavaggi ad alte temperature, riescono a togliere. Sono fenicottero, … Continua a leggere Segni

Come zattera in balia della tempesta

Sostenere i giorni, diventa sempre più difficile. Per la prima volta, restare a galla, mi sfinisce. Il vento è molto forte. La mia imbarcazione è rotta ed i pezzi di legno, si stanno staccando. Li vedo prendere il largo fino a disperdersi nel blu profondo che li inghiotte. Ho finito la vernice protettiva. La pioggia … Continua a leggere Come zattera in balia della tempesta

Ritorno in mare

Mai avrei pensato, a distanza di pochi mesi, di salire ancora su un’imbarcazione, per affrontare una nuova tempesta. L’estate trascorsa, mi ha vista appendere il cuore all’aria aperta. Doveva esser asciugato. Riscaldato. Coccolato. Curato con carezze delicate. Lo strato esterno, aveva cambiato colore. Si era macchiato di lacrime. Giganti gocce che lo avevano reso quasi … Continua a leggere Ritorno in mare

Terraferma

Abbiamo smantellato il mio reparto Covid. Ora, trasportare nuovamente i letti di degenza, scatena una serenità tale, che io ed i miei colleghi, non ci crediamo quasi. Riprendiamo l’attività di Sala Operatoria! Resta aperto ancora un reparto Covid. I pazienti non sono in pericolo di vita. Alcuni nemmeno necessitano di ossigeno, grazie al Cielo! Il … Continua a leggere Terraferma

Pensiero della sera

Tolgo catene di mollica dai davanzali. Giro la fodera del cuore e faccio fuoriuscire le stelle rubate, restituendole al cielo. Lascio andare la polvere di giorni gelidi. Raccolgo piume di musica. Le appoggio sulla pelle. Lascio che la leggerezza mi stacchi da pareti in frantumi. Tengo gli occhi chiusi. Mi allontano dal tempo, immergendomi nell’infanzia, … Continua a leggere Pensiero della sera

Piano, piano

Stiamo iniziando a respirare. Piano, piano. Un sospiro, un altro ancora. La nebbia sta lasciando spazio al vento. Che torna ad accarezzare il mio cuore. Una brezza molto leggera, vero, ma la sento così intensa, così meravigliosa, così desiderata. Come onde di pioggia, ritrovate dopo un periodo di lunga, pericolosa, inattesa, siccità. Mi sento rinata. … Continua a leggere Piano, piano