Terraferma

Abbiamo smantellato il mio reparto Covid.

Ora, trasportare nuovamente i letti di degenza, scatena una serenità tale, che io ed i miei colleghi, non ci crediamo quasi.

Riprendiamo l’attività di Sala Operatoria!

Resta aperto ancora un reparto Covid. I pazienti non sono in pericolo di vita. Alcuni nemmeno necessitano di ossigeno, grazie al Cielo!

Il naufragio al quale ho resistito, in balia degli assalti del nemico, è terminato.

Ho messo i piedi sulla terraferma. Voi nemmeno potete immaginare la mia gioia.

Non riesco a descriverla. Non trovo le parole adatte per mettere sul foglio le mie emozioni.

Descrivere ora, la mia felicità è come attaccarsi ad un filo appeso al cielo, con una mano sola. Mi sento così leggera…

Non ho paura delle correnti, ora.

Il soffio caldo degli ultimi raggi di sole, prima che sopraggiunga la sera.

Le rondini giunte a festeggiare la mia ritrovata libertà, i fili d’erba lucenti, l’estate che riporta il vocio di bambini, gli abbracci tra noi colleghi( sempre con le maschere).

Tutto ha il sapore della vita.

Amo la vita. Nonostante le lotte, nonostante le ombre, nonostante afferri le braccia e trascini in luoghi sconosciuti, io, sento un senso di gratitudine verso Dio, che riempie il mio cuore di amore.

Ora.

In questo istante.

Io.

Io sento che il senso di questa vita abita in ognuno di noi. Nel fare al meglio ciò che possiamo. Nel trovare quella spinta, che nemmeno sappiamo di avere.

Che i giorni difficili ci sono, eccome se ci sono!

Dio non mi spiana il cammino. Non sempre la mia vita è facile, anzi.

Ma cosa costa credere in Lui? Nulla.

Ma io non posso evitare di testimoniare che se non avessi il dono della fede, non sarei riuscita a sentire accanto a me, anzi, mi correggo, a sentire dentro me, quella Forza che mi ha fatto andare avanti.

Quando le lacrime scendevano nell’anima. Quando la morte alzava le mie braccia stanche, per dare la benedizione a chi era solo e ci stava lasciando.

Quando mi toglievo la maschera al lavoro ed in bagno mi specchiavo, chiedendomi il perché di tutto questo.

Quando avevo naso e orecchie con le piaghe e nemmeno riuscivo a sfiorarle, tanto mi facevano male.

Quando i giorni sembravano senza controllo, tanto ero sfinita.

Quando i miei colleghi si sono ammalati.

Quando portavo il busto per il mal di schiena e al limite delle mie forze, sudavo, inzuppando pancia e schiena.

Quando mi sarei strappata la tuta, e gettato la visiera perché mi mancava il respiro.

Ma in tutti questi “quando”, io, ne sono uscita più forte.

Ora che sono sulla terraferma, accolgo tra le mie braccia nuovi giorni.

Finché avrò respiro, in ognuno di essi, sentirò la bellezza della vita.

55 pensieri riguardo “Terraferma

  1. Leggerti è sempre un colpo al cuore. Quei giorni, in ogni attimo, sono stati duri dal di fuori, non oso immaginare quello che hai potuto provare a viverli sul campo. Anche se lo sai descrivere così bene, non sarà mai come lo hai vissuto realmente. Ti abbraccio ❤️

    "Mi piace"

  2. Sei una fonte innesauribile di energia positiva…dove ognuno di noi si disseta, tutta la rabbia accumulata nel sentirci inutili nell’affrontare i pesi che ci schiacciano…nel leggerti, sentiamo quei pesi alleggerirsi, credo sia l’effetto è l’effetto che ci accomuna…con te in mezzo a noi,ci fa sentire più uniti..più sereni nell’affrontare i problemi.
    Grazie con tutto il cuore carissima, non sai quanto tutto questo si importante per dare forza a chi è sfinito.
    Ti abbraccio con tanto affetto carissima💖🌹🌹🌹

    "Mi piace"

    1. Mi riempi di ogni bene, cara Cate!
      Ti ringrazio per tutto ciò che hai scritto.
      Fai sorridere il mio cuore…
      Dopo la fatica, torna a cullarsi nei soliti battiti. Conosciuti e affidabili.
      Il tempo che mi hai dedicato, è un regalo prezioso.
      Dio ti sostenga tra le Sue Braccia Amorevoli, affinché tu possa ritrovare serenità.
      Ti abbraccio forte😘

      "Mi piace"

  3. Grande forza!
    Sei mitica!
    La Fede è un dono meraviglioso, chi la sente dentro ha paura sicuramente, ma ha anche una grande certezza…La vita è davvero un mare indomito, ma quando c’è un Capitano in cui credi l’impossibile non lo pensi, cerchi di affrontarlo e superarlo.
    Sono così contenta per te, per la tua famiglia, per tutti i tuoi colleghi, finalmente sulla terra ferma.
    Dio vi benedica sempre. La mia preghiera è sempre detta, tutte le sere, la candela sempre accesa, perchè se da noi va meglio, ancora nel mondo c’è la tempesta.
    Ti abbraccio Dina, sei una parte immensa del mio ❤

    Piace a 2 people

    1. Sei sempre mio grande sostegno!
      Ti ringrazio con una stretta cosi forte, da farti quasi perdere l equilibrio☺.
      Estendi la mia gratitudine alle tue amiche che hanno sempre pregato.
      Sarei ancora in mezzo al mare…
      Dio, nostra benedizione, vi sostenga sempre.
      Grazie💟

      Piace a 1 persona

    1. Grazie! Penso che sapere ciò che il personale ha dovuto affrontare, sia importante.
      Senza parlare poi di chi lavora in Rianimazione o agli Infettivi.
      Poveri!
      Decisamente peggio di me.

      "Mi piace"

Grazie per il tuo prezioso tempo!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...