Normalità? No, grazie.

Mi son rimaste impresse le parole che mi disse, qualche giorno fa, il mio Don.

Doveva celebrare un funerale e non sapendo come prepararsi, chiese ai famigliari qualche notizia, qualche particolarità della defunta.

Gli risposero” Era una persona normale. Buona. Tutti l’amavano. Ma..non sapremmo che altro dire…”.

Ho riflettuto .

Non vorrei esser definita normale.

No.

Non sono ovvia. Non sono scontata.

Ho una parte fanciullesca che tengo ben in mano. Stretta, stretta.

La voglio portare con me, fin dopo la vecchiaia.

Ed allora. Cosa faccio?

Abbraccio. Con trasporto. E stringo.

Sì.

Capisco che le mie braccia fanno del bene, perché chi circondo, resta lì, ricambiando con una stretta ancora più energica della mia. Sono abbracci che lasciano dialogare i battiti dei cuori.

Rido. Di gusto. Un giorno mi hanno detto” Riconoscerei la risata della Dina, in mezzo al mondo!”. Che bello! Non c’è suono più allegro. Più contagioso. Esser ricordarti per la risata.

Ma sarebbe meraviglioso!

Son spettinata. Lascio che il vento o le carezze, attraversino i miei pensieri. Il disordine del tempo, non mi fa paura. Al limite, rimescolo le carte, così tanto per giocare.

So che Dio, sarà l’asso vincente.

Oppure mi piacerebbe esser ricordata perché quando sento musica particolare, mi vien voglia di ballare. Prendo per mano Reby ed insieme giriamo. Le tendo la mano come fossi il cavaliere. Lei, la principessa. Calziamo trasparenti scarpette da ballo, e guardandoci negli occhi, volteggiamo. Intorno al tavolo. O sul tappeto, nella sua camera da letto. Se la musica è piu sfrenata, diventiamo due pop star. Cantiamo pure. Inventando le parole( io molto spesso, data la mia memoria claudicante).

E nonostante il mal di schiena, assorbo questi momenti e li conservo come piume pregiate.

Ma ho anche una passione sconsiderata per i bigliettini. Chi mi conosce, sa che li considero come gioielli raffinati. Mi ornerei il cuore. Fino a che possa, un giorno, trasformarsi in carta.

Continuerei a leggere, anche Lassù, le impronte di chi mi ha amata.

Ecco.

Dovremmo pensare più spesso quale ricordo lasceremo di noi.

Perché quel colore, possa esser fiore che mai appassisce, nel cuore di chi ci ha conosciuto.

Annunci

80 pensieri riguardo “Normalità? No, grazie.

  1. Di me diranno”fra 100 anni dopo i miei figli” diranno …ma che mi importa..so quando valgo,I miei figli lo sanno, anche chi non gli conviene parlare😁😁😁
    Non posso..E non voglio dirlo io lascio la libertà di farlo a chi mi vuole bene…anche di non dire niente…il cuore lo sa.
    Io so quando vali cara Dina…pensiamo a vivere…gia sto caldo mi basta 🤗🤗🤗
    Sei meravigliosa ❤

    Piace a 2 people

    1. In effetti stasera c’è un’afa soffocante🤨.
      No, certo, ognuno sa quanto vale.
      Era solo una mia considerazione, dopo ciò che i ha detto il Don, che mi ha lasciata così…un po’ perplessa.

      Mi piace

    1. Ma ciaoooooo!
      No, Seph.
      Non m’interessano le grandi parole.
      Bisogna fare per il gusto di fare.
      Se uno si aspetta qualcosa, ha già perso in partenza…
      Mi piacerebbe però che chi pensa a me, possa ricordare il mio amore per la vita.
      O sentire ancora, nel cuore, la mia allegria.
      Si. Questo è ciò che vorrei lasciare in eredità, ai miei cari.
      Perché se aspettano i soldi…hai voglia🤣🤣🤣

      Piace a 1 persona

      1. Per me ricorderanno tante cose di te. E ci saranno tutte le persone che hai aiutato con il tuo amore. Il funerale sarà un po’ come stare a piazza San Pietro durante la messa domenicale!! Un casino!! 😂😂😂 Questo lascerai a tutti. La possibilità di capire che si può essere migliori, semplicemente amando.
        Per i beni materiali, scrivi sulla lapide, passate domani!! 😂😂😂

        Piace a 1 persona

        1. Si. Metteranno la mia bara sulla “ Dinamobile”😂😂😂.
          Io vorrei un funerale stile africano.
          Canti allegri e tamburi.
          Come quello che hanno fatto ai miei nonni. Si respirava gioia.
          Per la lapide, lo lascerò detto. Mi piace un sacchissimoooooo🤣🤣🤣
          Grazie Seph 😉

          Piace a 1 persona

          1. Probabile che il Papa ti santifichi subito!! Del resto se non lo fanno a te, possono davvero cancellarne parecchi di santi dal calendario!! 😂
            Comunque sono cose lontanissime. Però sulla lapide non puoi sbagliare, l’epitaffio ce l’hai: per i soldi, passate domani!! 😂😂😂

            Mi piace

    1. Anche per me!
      Ma, dai, non è possibile che una persona non abbia un talento. O qualcosa che la fa amare.
      Anche tu ami i bigliettini.
      Che bello, cuore!
      Un’altra cosa in comune.
      Me ne ricorderò!
      Un bacione grande❤️

      Piace a 1 persona

  2. Se per normale si intende piatto , incolore e insapore , allora offende chi cosi’ non e’ ….,
    ma molti , con questa parola , usano definire una “persona per bene” , che non da’ adito a critiche…
    Magari e’ una persona che in privato e’ divertente e sagace , ma non lo mostra in giro ……

    Piace a 2 people

    1. Ma…non saprei…
      Penso che ognuno di noi abbia peculiarità uniche. Avrebbero potuto dire al Don che era divertente. Che amava la vita.
      Boh..non saprei.
      Per me normale è uguale a piatto…con poche emozioni..
      Ma questa è solo la mia opinione.
      Grazie del tuo commento.
      Buona serata!

      Mi piace

    1. Tu sei la saggezza.
      Rappresenti la fede. La dolcezza. Io ti sento molto, molto vicino.
      Sei straordinaria. Mi sei stata accanto con mia mamma, quando avevo bisogno di preghiere e di sostegno.
      Mai.
      Mai me ne scorderò. In mezzo alla fretta dei giorni, tu, sei stata porto sicuro. Hai sempre avuto tempo per me.
      Non ti ringrazierò mai abbastanza.
      Ti voglio bene Lucetta.
      Tanto.
      ❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️

      Piace a 2 people

  3. A volte i Don non conoscono i propri parrocchiani come un tempo … però sul “normale “ stendo un piccolo velo. Io vorrei essere ricordata per come mi sono posta nel mondo. Fra gli amici (pochi) e i parenti. Francamente spero di lasciare colori forti . ❤️

    Piace a 1 persona

  4. Ecco…io mi sento normale, ma con le mie particolarità.
    Essere normali per me è essere se stessi e ogni se stesso è diverso dagli altri.
    Credo che Dio mi abbia fatto normale, per poter vivere insieme a chiunque ciò che ci contradistingue.

    Piace a 1 persona

  5. Sono d’accordo con te.. che brutto essere inquadrati semplicemente come “una persona normale”..
    Nemmeno io lo vorrei.
    E l’ultima cosa che mi sognerei di dire dei miei nonni è che erano delle persone normali. Anzi, sono state le più speciali che abbia mai conosciuto ❤️

    Piace a 2 people

    1. Sembra quasi di non esser conosciuti veramente per quello che si è …
      Mi mette tristezza 😢
      È bellissimo aver avuto nonni speciali. Perché anche il loro ricordo sarà sempre qualcosa di unico e straordinario.
      Ti abbraccio Serena.❤️

      Piace a 1 persona

Grazie per il tuo prezioso tempo!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...